Con una determinazione del 6 novembre scorso la Regione Lazio ha reso operativo l’accordo raggiunto con le associazioni di categoria delle farmacie convenzionate per l’esecuzione di test diagnostici rapidi per individuare i contagi da Sars CoV-2.

Anche la Regione presieduta da Nicola Zingaretti si incammina dunque nella breccia aperta da Emilia Romagna e Provincia autonoma di Trento, seguite più recentemente dall’Umbria e dal Piemonte.

Di seguito la determina:  pdf Det G13092 6nov20 (2.47 MB)

torna all'inizio del contenuto