A decorre dal 29 novembre 2009 tutti i professionisti iscritti a un Albo devono dotarsi di PEC, anche se non svolgono alcuna attività professionale.

L'indirizzo di mail PEC deve essere comunicato all'Ordine, che provvederà ad aggiornare, secondo le modalità stabilite dalla legge l'INI-PEC, l'Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Compila il form per comunicare all'Ordine la tua PEC

Nome:*
Iscritto all'Albo della Provincia di Rieti dei*
Numero di iscrizione all'Albo*
Inserire il proprio indirizzo PEC:*
Sei un robot?

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DI UNA CASELLA PEC

  • Accedere al portale pec.it.
  • Cliccare in alto a destra su “Convenzioni
  • Inserire il codice convenzione: (per ottenere il codice contattare 0746200043)
  • Nella pagina successiva inserire: codice fiscale, cognome e nome
  • Inserire la propria password (attenzione! È obbligatorio inserire sia lettere sia numeri, in caso contrario il sistema si blocca)
  • SI RACCOMANDA DI TRASCRIVERE E CONSERVARE LA PASSWORD IN LUOGO SICURO, IN QUANTO E’ GARANZIA DI ACCESSO AD UNA CORRISPONDENZA AVENTE VALORE LEGALE!
  • Il sistema verificherà che i dati inseriti corrispondano ad un iscritto all’Ordine dei Medici chirurghi e odontoiatri della Provincia di Rieti
  • Inserire: indirizzo, telefono, e-mail (funzionante)
  • Il sistema propone la conferma e le condizioni generali di contratto

INFORMAZIONI UTILI

Terminata la registrazione di richiesta, il sistema Aruba recapiterà automaticamente nella casella e-mail indicata i documenti necessari da compilare e firmare per la sottoscrizione del servizio pec del professionista; La casella sarà attivata solamente dopo la trasmissione via fax della documentazione sopra indicata, debitamente compilata, firmata e corredata di fotocopia di un documento di identità in corso di validità al seguente n. di fax 0575/862026.

CARATTERISTICHE

Servizio: la casella di posta certificata standard è da 1 GB e gli allegati sono senza limitazioni;Servizio di assistenza (help desk) Aruba è erogato tramite il numero 0575/0500; Nel caso in cui venisse rilevato un virus il sistema Aruba lo scansiona preventivamente, non consegna e invia una comunicazione di non spedibilità. SI RACCOMANDA di trasmettere alla PEC DELL’ORDINE solo ed esclusivamente le seguenti comunicazioni:

  • segnalazioni e comunicazioni disciplinari/deontologiche
  • richieste parere su pubblicità sanitaria
  • richieste patrocinio eventi
  • istanze iscrizione elenco medici legittimati alla psicoterapia;
  • richiesta nomine e designazioni per arbitrati;
  • comunicazione inizio/prosecuzione/fine attività al fine del rilascio della professionalità
  • comunicazione variazione direzione sanitaria

RACCOMANDIAMO DI NON USARE LA PEC dell’Ordine NEI SEGUENTI CASI

  • richieste certificati di iscrizione;
  • comunicazione di variazione di indirizzo;
  • comunicazioni di acquisita specializzazione, master e titoli accademici in generale;
  • comunicazioni di inizio attività professionale
  • domande di inserimento in elenchi sostituzioni
  • istanze di iscrizione/cancellazione/trasferimento albo
  • richiesta vidimazione parcelle
  • pratiche ENPAM
  • richiesta contrassegni ordinistici o ZTL
  • quesiti e richieste informazioni in generale
  • richieste inserimenti in elenchi vari
  • comunicazioni rivolte alla bacheca dell’Ordine.



INFO UTILI

un messaggio PEC è inviabile SOLO ad un destinatario che sia possessore di PEC; la PEC consente a chi spedisce di avere la certezza dell’invio e della consegna del messaggio. La ricevuta del gestore costituisce difatti PROVA LEGALE dell’avvenuta spedizione del messaggio.

 

FAQ

È consentito ad un professionista comunicare al proprio Ordine/Collegio l'indirizzo PEC di una persona giuridica?

NO, il professionista è tenuto a comunicare all'Ordine/Collegio un indirizzo PEC riconducibile solo alla sua persona.

Sono previste sanzioni per l'Ordine/Collegio che rifiuta di comunicare all'INI -PEC i dati relativi ai propri iscritti?

L'omessa pubblicazione o il rifiuto reiterato di comunicare i dati identificativi dei propri iscritti ed i relativi indirizzi PEC costituiscono motivo di scioglimento e di commissariamento del Collegio o dell'Ordine inadempiente (art. 16, commi 7 e 7-bis del d.l. n. 185/2008).

L'aggiornamentodi a INI-PEC (inizialmente ogni 30 giorni e poi, a regime, con frequenza giornaliera), deve essere effettuato anche nel caso in cui non ci siano variazioni?

Ai sensi dell'art. 5 - commi 1 e 3, l'Ordine/Collegio è tenuto comunque a trasmettere gli aggiornamenti dei dati, ovvero a confermare l'assenza di aggiornamenti degli stessi utilizzando i servizi on line messi a disposizione da INI-PEC.

Gli Ordini/Collegi sono tenuti a comunicare anche gli indirizzi PEC dei professionisti iscritti in elenchi speciali?

L'art. 16, comma 7 del d.l. n. 185/2008 prescrive l'obbligo per professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato di comunicare ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo PEC: pertanto, nel caso ci siano professionisti iscritti in elenchi speciali che hanno comunicato il proprio indirizzo PEC al singolo Ordine/Collegio, quest'ultimo è tenuto a inviarlo all'INI-PEC.

I professionisti che non sono iscritti ad un ordine professionale devono avere obbligatoriamente una casella PEC?

No, poiché l'art. 16, comma 7 del d.l. n. 185/2008 si riferisce espressamente ai soli professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato.

 

 

torna all'inizio del contenuto